365 August

Il punto dopo 300 foto

Trecento sono andate, mi aspetta lo scatto finale. Le foto ora vengono molto più tranquillamente rispetto a mesi fa. Probabilmente riesco a concretizzare molto meglio le mie idee, non ho l’assillo della foto da fare ed anche la post produzione è molto più mirata e veloce.
Ormai penso al momento in cui terminerà questo anno in immagini. Se da un lato tirerò un sospiro di sollievo per l’impegno terminato, dall’altra un po’ mi mancherà interrompere lo stimolo creativo di questi mesi.
Varie idee da sviluppare mi frullano per la testa e non starò fermo a lungo, ma temo un po’ la quotidianità.

Come disse un grande architetto: al termine di un’opera si mescolano sempre due sentimenti. Il primo è l’orgoglio per aver partecipato ad un’opera ed aver superato tutte le difficoltà che si sono presentate. Il secondo è una sorta di malinconia perchè non vivrò più l’energia e la condivisione con gli altri collaboratori di tutto questo… ecco dopo trecento foto vedendo la fine del progetto mi sento un po’ così…

Ultima considerazione è un insegnamento che in questi mesi ho compreso sempre più chiaramente: la privazione aumenta la creatività. Ovvero pochi strumenti (nel mio caso una macchina con focale fissa) costringe ad essere più creativi… che sia la fine definitiva della “febbre da attezzatura”?

www.365ofmine.wordpress.com

Comment

There is no comment on this post. Be the first one.

Leave a comment