people

Pedestrian

Nikon D7000 + Sigma 24-105 f4 + Sigma 35 f1.4 L'uomo dei boschi è sceso dalla montagna.

Osservo le svariate forme che il genere umano assume più o meno volontariamente, l'ho sempre fatto, non so perchè. Nelle quotidiane certezze che ci cuciamo addosso provo una strana sensazione guardando le persone che mi passano accanto; quell'attimo di condivisione, quell'istante comune che passa e poi resta solo un 'immagine, una fotografia. Qualcuno ha scritto: "nessun uomo è un'isola", affermazione che col passare del tempo è diventata per me non più che una speranza. Molte persone ho incontrato, quasi tutte se ne sono andate per la loro strada, ecco queste foto di perfetti sconosciuti testimoniano l'attimo in cui le nostre "isole" si sono sfiorate ed acquistano un significato, anche se puramente simbolico o poco più...

... un po' cervellotico oggi...

pedestrian (1)

pedestrian (1)

pedestrian (7)

pedestrian (7)

pedestrian (4)

pedestrian (4)

pedestrian (5)

pedestrian (5)

pedestrian (3)

pedestrian (3)

pedestrian (2)

pedestrian (2)

pedestrian (8)

pedestrian (8)

pedestrian (11)

pedestrian (11)

pedestrian (9)

pedestrian (9)

pedestrian (14)

pedestrian (14)

pedestrian (10)

pedestrian (10)

pedestrian (13)

pedestrian (13)

pedestrian (16)

pedestrian (16)

pedestrian (6)

pedestrian (6)

pedestrian (12)

pedestrian (12)

pedestrian (15)

pedestrian (15)

Humans

Nikon D7000 + nikkor 50mm 1.8 Nel costante chiaro-scuro di una fiera indoor, mi aggiro con la macchina fotografica ( come poteva non essere...). Nel dubbio se montare il 50 o il 35 ho optato per il primo così da poter avvicinarmi un po' di più. La luminosità della lente però non è sempre sufficiente così mi vedo costretto ad alzare gli iso (cosa che detesto).

In realtà la D7000 gestisce abbastanza bene il rumore e se non ci si spinge a valori statosferici (>6400) risulta piacevole soprattutto in bianco e nero e dona una pastosità quasi analogica. D'altro canto una delle cose che si imparano interessandosi alla street è di dimenticare la nitidezza immacolata. Lo so che abituati come siamo oggi a fotografie levigate e taglienti come un blocco d'acciaio è istintivo storcere il naso, ma se si intende la fotografia come un arte espressiva e non un mero esercizio tecnico, si può fare.

Non sono uno street photographer, mi piacerebbe esserlo, ma non lo sono ancora, però mi metto spesso alla prova. La capacità di previsione e la rapidità d'esecuzione necessarie rendono secondo me questo genere di fotografia tra i più difficili ed affascinanti allo stesso tempo. Quindi a meno di doti naturali (Cartier-Bresson e Doisneau i primi che mi vengono in mente) è necessaria tanta e tanta pratica.

Resta comunque la domanda di fondo: perchè la figura umana esercita un così grande fascino. Se il concetto di "pattern" di cui ho parlato in precedenza, rimane la base della ricerca visiva in un'immagine, l'identificazione del proprio simile accende una reazione emotiva che è propria "dell'animale" uomo che possiede un DNA sociale.

Per concludere le consuete considerazioni sulle immagini che vedete. Il colore in queste situazioni è spesso un problema. Tra luci calde, fredde, colorate ed intermittenti mi sono ritrovato il bilanciamento del bianco spesso errato (mea culpa), quindi con foto poco piacevoli da vedere in serie e difficili da armonizzare. Ho scelto perciò il viraggio in bianco e nero (ebbene sì, ho scelto la via più facile...) che sovente risolve "grovigli" cromatici assai complicati da sbrogliare. Come al solito eseguo le regolazioni base su Lightroom per poi rifinire lo sharpening con Photoshop. Per la conversione vera e propria però trovo molto funzionale Silver Efex Pro un altro programma della serie della Nik Software, per tutto il resto è solo questione di gusto personale.

Break

break Nella costante ressa di Piazza San Marco, tra le migliaia di turisti che ogni giorno l'attraversano, qualcuno si prende un attimo di pausa.

Notando la bella luce mi apposto rasente ad una colonna e con noncuranza punto nella sua direzione fingendo interesse per qualcosa dietro, lontano, ma il tipo ha già capito le mie intenzioni e guarda sornione.

Con lo sguardo di chi vorrebbe dire:"Anche adesso?!",mantiene una sua forma, probabilmente per quotidiana abitudine e si lascia fotografare, fissando l'obiettivo.

Intrattenitore fino in fondo...