Daily Venice

Venezia è una delle mie palestre fotografiche preferite. Superata la fase obbligata dei clichè (la gondola, il ponte dei Sospiri, Rialto, San Marco) è bello addentrarsi in zone meno note ( a me piace molto la zona del ghetto) e perdersi un po'.

Basta scegliere un buon punto di osservazione , magari con un piccolo tele e guardare. A parte S.Marco gli spazi non sono mai enormi, le persone sono praticamente costrette a passarti accanto ed i variopinti turisti offrono sempre lo spunto per uno scatto interessante. Niente automobili, quindi nessuna possibilità di inquadrare una panda scassata parcheggaita all'angolo e la gente, la gente che ti passa affianco, non può sottrarsi all'obiettivo, anzi non ci bada proprio;  quante macchine fotografiche girano per le calli ogni giorno? Fa parte della quotidianità veneziana, una sorta di autocoscienza di essere in un luogo unico.