Unexpected gift

Fuji X20 Ho due ore, forse meno. Metto le scarpe.La Fuji è appesa all'attaccapanni assieme alla giacca ed al berretto sempre pronta per uscire. La prendo senza alcuna velleità, non si sa mai e poi le dimensioni me lo consentono. A volte prende solo un po' d'aria a volte no. Ultimamente non sono riuscito a fotografare quanto vorrei, è un pensiero che mi mette un po' d'ansia, ma o scatto come voglio io o niente perciò a volte la macchina prende solo aria appunto. In realtà sto portando avanti alcuni progetti, ma i miei ritmi dilatano i tempi inesorabilmente. Pochi ma buoni qualcuno potrebbe dire a ragione, ma a volte diventa proprio una necessità scattare e mi "brucia" un po' vedere le foto degli altri tanto che per qualche giorno evito di proposito i social...

La giornata è limpida, la neve caduta da un paio di giorni è ghiacciata. La macchina fotografica è in tasca e con la leggerezza di chi non ha mete prefissate, scatto lungo il cammino, senza pensarci troppo. La luce è a dir poco ostica; cielo terso e sole che si riflette sulla neve abbagliante, ma io son venuto per camminare, vero? La macchinetta però salta fuori dalla tasca sempre più spesso. Dopo qualche chilometro la macchina è sempre in mano, è più forte di me, paesaggio, dettagli, controluce, la staccionata che segue la strada. L'occhio del fotografo s'è riattivato...

Poi succede che il sole cala e come al solito resto sorpreso dal cambio di luce che mi accompagna lungo il ritorno. E' proprio vero che la cosa più importante per un fotografo sono i suoi piedi.

landscape

landscape

neve (2)

neve (2)

neve (3)

neve (3)

neve (4)

neve (4)

neve (5)

neve (5)

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

feet

feet

landscpae

landscpae

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

landscape

Le foto qui presentate sono in sequenza temporale ed è semplice notare il cambio di luce e colori. Un regalo inaspettato insomma, anche se ormai dovrei conoscere certe dinamiche ne resto sorpreso ogni volta. Qui sotto due foto più o meno dello stesso posto fatte all'andata e al ritorno, giusto per apprezzare il concetto.

landscapes

landscapes