My eyes, my smile

Nikon D7000 + Nikkor 35mm 1.8 Il mio soggetto preferito è anche uno dei soggetti più difficili da fotografare. Continuamente in movimento mette a dura prova l'autofocus della macchina. La "brevissima" disponibilità a farsi ritrarre mette a dura prova anche la mia rapidità d'esecuzione, ovviamente ci sono cose molto più importanti come giocare, correre, saltare ecc. ecc.

L'autofocus non sempre risulta preciso in questi casi. Forse sono io a non saperlo usare in modo adeguato, ma ho spesso la sensazione che in situazioni di forte luminanza il sensore che governa l'autofocus vada a perdere efficacia per una riduzione del contrasto generale della scena. E' necessario perciò adottare delle piccole strategie per evitare di mettere a fuoco (classico esempio) l'orecchio invece l'occhio. Lavorando con obiettivi molto luminosi è ovviamente sconsigliabile aprire al massimo, trovo che chiudere a f4-5.6 sia il giusto compromesso per aumentare profondità di campo senza rinunciare alla morbidezza dello sfuocato di sfondo, ma questo può variare a seconda delle situazioni. Se il soggetto invece è statico apriamo di più. Alcune di queste foto sono state scattate in spiaggia alle 11:30 in una bella giornata di sole; non precisamente la condizione ideale. Solitamente lavoro con autofocus singolo, ovvero scelgo dove focheggiare ed in seguito compongo la scena, ma con un "furetto salterino" non è la scelta adeguata. Dopo varie prove l' AF continuo (AF-C) s'è rivelato a me più funzionale, scegliendo manualmente l'area AF. Ovvero dando un'indicazione all'AF di dove concentrare l'attenzione , questo ha reagito meglio a movimenti improvvisi compensandoli adeguatamente. Evitare l'automatico ed il traking 3D.

DSC8514-Modifica.jpg
DSC8464-Modifica.jpg

Nonostante l'inseguimento costante, insisto con il 35mm. Solitamente resto defilato con il tele, ma stavolta cerco un contatto di sguardi più diretto e, seppure con fatica, riesco nell'intento. La piccola pian piano si dimostra un po' più collaborativa, in fondo è divertente essere al centro dell'attenzione e con il passare del tempo credo verrà fuori sempre di più la parte civettuola di ogni femminuccia. Funziona sempre molto bene coinvolgere i bambini facendogli vedere nello schermo LCD le foto appena scattate, magari chiedendo loro qualche suggerimento, come al solito sapranno sorprenderci.

DSC8547-Modifica.jpg
Senza-titolo-1.jpg
DSC8465-Modifica.jpg

A fine giornata ho raccolto almeno un centinaio di scatti, che dopo la consueta mondatura, andranno a formare un simpatico album sicuramente da stampare. Suggerisco questa semplice e bella soluzione; stampate le foto e regalatele alla gentile metà. Dono graditissimo, che metterà sotto una luce positiva voi, la vostra passione, le ore lontano da casa e far foto e magari anche l'ultimo costoso investimento fotografico che avete fatto.

sofia9.jpg
DSC8563-Modifica.jpg

Guardo e riguardo queste foto e dopo autofocus, sharpening, viraggi, vignettatura, tempo e diaframma, composizione ed inquadratura... mi è chiaro il perchè amo fotografare.