Desiderio ancestrale


Desiderio-ancestrale.jpgDesiderio-ancestrale.jpg

Salendo le pendici del monte Dolada si giunge per comodo sentiero al rifugio omonimo (forse ho letto troppe guide Berti…). Una passeggiata che fino ad autunno inoltrato, se la stagione è buona, si può fare anche dopo pranzo, molto
paciosamente. Un’oretta di salita tra boschi e coste erbose dal rifugio Carota che porta ad una specie di terrazza sulla conca dell’Alpago giusto a fianco del rif. Dolada appunto.Da qui è quasi abituale assistere a scene come questa. Grazie all’assenza di ostacoli naturali ed alle correnti che salgono dal lago il parapendio trova un punto di partenza ideale. Per chi cerca silenziosa contemplazione delle cime questo non è forse il luogo più adatto, ma le evoluzioni delle vele sono comunque piacevoli ed evocative e, perchè no, fonte di ispirazione fotografica. Il dubbio finale è tra un grandangolo o un tele, ma basta portarseli dietro entrambi e lasciar fare al caso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...